Main Content

Attività del comitato 2019

Attività del comitato

Attività del comitato

Il comitato direttivo, nelle nove riunioni annuali, ha affrontato numerose questioni, ha riassunto le decisioni prese in diverse risoluzioni e svolto le attività previste dallo statuto. Le linee guida sono state definite dalla direzione e dai vari settori di competenza. In particolare i temi affrontati sono stati i seguenti.

  • Lotta alle iniziative sui prodotti fitosanitari
  • Revisione della Legge sulla pianificazione del territorio (LPTII)
  • Situazione dei mercati
  • Adozione di numerose prese di posizione
  • Prese di posizione sulle votazioni
  • Supervisione dell’attuazione delle misure previste dal programma d’attività
  • Pianificazione delle attività per il 2020
  • Questioni finanziarie
  • Elezioni per sostituzione e rinnovo dei membri

Argomenti specifici o risoluzioni delle singole riunioni:

Gennaio

Il comitato ha definito la propria posizione rispetto alla legge sul CO2, ha divulgato la propria presa di posizione sull’approvvigionamento di corrente, ha raccolto informazioni sull’Iniziativa contro la dispersione degli insediamenti urbani ed è stato orientato sullo stato di avanzamento del progetto per la lotta alle iniziative sui prodotti fitosanitari.

Febbraio

Durante la riunione di due giorni a Brugg, il comitato direttivo si è occupato delle proposte per la definizione di un diritto di ricorso specifico per le organizzazioni agricole e ha discusso la bozza sulla PA22+.

Ha inoltre adottato la sua posizione rispetto al piano settoriale delle superfici per l’avvicendamento delle colture (SAC), si è opposto all’abolizione dei dazi doganali per i prodotti industriali e si è informato sullo studio della HAFL relativo agli effetti in caso di accettazione dell’iniziativa sull’acqua potabile. Inoltre si è aggiornato sullo stato dei progetti ADA e BARTO e sullo sviluppo dei media agricoli (Agrarmedien AG).

Aprile

Il comitato direttivo ha approvato il rapporto annuale e i conti del 2018. Si è espresso a favore della riforma fiscale così come al finanziamento dell’AVS (RFFA) e ha deciso di lasciare libertà di voto sull’attuazione nel diritto svizzero della direttiva UE sulle armi. Ha divulgato la presa di posizione rispetto all’accordo quadro con l’Unione europea e ha preparato un documento cartaceo relativo al cambiamento della legge federale sui brevetti. Inoltre ha raccolto informazioni sull’ordinanza contro l’inquinamento atmosferico e sullo stato della revisione della legge sulla pianificazione del territorio (LPT II). Infine il comitato ha approvato la strategia generale dell’USC e ha discusso i risultati del gruppo di lavoro sulla prevenzione degli infortuni.

Maggio

Il comitato direttivo ha preso conoscenza del dibattito sulla revisione della Legge sulla caccia e sulla Giornata delle porte aperte in fattoria inerente la biodiversità. Ha comunicato i punti principali del programma d’attività del 2020 e si è confrontato sul modo di procedere in merito alla ristrutturazione di Agroscope. A questo scopo sono stati eletti 4 membri dell’USC all’interno del Consiglio d’amministrazione di Agroscope e si è costituita la nuova commissione tecnica USC «Ricerca e consulenza».

Giugno

Con una lettera all’Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria, il comitato direttivo ha espresso le sue considerazioni in merito al “semaforo delle derrate alimentari”. Ha raccolto informazioni sullo stato dei lavori del progetto «lotta alle iniziative sui prodotti fitosanitari», sulla revisione della Legge sulla pianificazione del territorio LPTII e sulla Legge federale sull’espropriazione. Ha deciso l’ammissione quali nuove organizzazioni affiliate i «Contoterzisti svizzeri» e «Agriturismo Svizzera» e di fondare un’associazione per la presentazione di ricorsi.

Agosto

Il comitato direttivo si è opposto alla Concezione “Paesaggio Svizzero” e si è pronunciato sul controprogetto elaborato per l’iniziativa “Per prezzi equi”, inoltre ha reso pubblica la propria presa di posizione sulla revisione del pacchetto di ordinanze sulle derrate alimentari e gli oggetti d’uso «Stretto 3». Ha inoltre definito come procedere in relazione alla Revisione della Legge sulla pianificazione del territorio LPTII e la PA22+ nonché la sua «Strategia agricola regionale». Si è occupato degli accordi di libero scambio in sospeso e ha adottato il «Green-Paper-agricoltura» nell’ambito della lotta dell’Iniziativa sull’acqua potabile, così come il programma d’attività 2020.

Settembre

Ha approvato una presa di posizione sulla modifica della legge sulla protezione dell’ambiente relativa agli organismi esotici invasivi, ha deciso di sostenere l’iniziativa parlamentare del Consiglio degli Stati sulle iniziative in materia di prodotti fitosanitari e ha discusso i risultati dell’indagine commissionata dall’Istituto di ricerca GfS sullo stesso argomento. È stato informato sull’accordo di libero scambio con i paesi del Mercosur e ha definito il concetto di comunicazione dell’USC e la guida «Servizi sociali». Quale successore della dimissionaria Christine Bühler, il comitato direttivo ha nominato Anne Challandes per l’elezione a vicepresidente dell’USC.

Novembre

Il comitato ha deciso di rinunciare a sostenere l’iniziativa popolare «Per un approvvigionamento alimentare di base assoluto» e si è informata sui contenuti dell’iniziativa sull’allevamento intensivo. Ha definito la propria posizione sul finanziamento del programma risorse e sui controlli basati sul rischio, ha approvato il concetto della campagna di sensibilizzazione per la prevenzione degli incidenti in agricoltura e di aumentare il numero di membri della commissione «Ricerca e consulenza»

Dicembre

Il comitato ha nominato Martin Rufer quale successore del direttore Jacques Bourgeois che si dimette dalla carica e ha deciso di nominare Francis Egger come vicedirettore. Inoltre ha deciso per il SÌ alla revisione della Legge sulla caccia e si è unito al comitato promotore. Al contrario ha deciso di non dare indicazioni di voto per il referendum «Lottare contro le discriminazioni basate sull'orientamento sessuale» e l’iniziativa «Più abitazioni a prezzi accessibili». Nell’ambito della PA22+ si è occupato delle questioni relative ai concimi e dei risultati del gruppo di lavoro sulla protezione della sicurezza sociale delle donne contadine. Da ultimo è stato approvato il budget e il piano finanziario 2020, e si diventerà membro dell’Organizzazione per la salute degli animali da reddito.

Attività della Camera dell’agricoltura

La Camera dell’agricoltura (LAKA) – oltre ai compiti statutari – ha trattato i seguenti argomenti principali, durante tre riunioni:

  • Situazione dei mercati
  • Prese di posizione
  • Politica agricola 22+
  • Revisione della legge sulla pianificazione territoriale (LPTII)
  • Lotta alle iniziative in materia di prodotti fitosanitari

Riunione del 20 febbraio 2019

I temi principali a inizio anno erano la campagna per la lotta alle Iniziative sui prodotti fitosanitari e le elezioni federali 2019. La Camera dell’agricoltura ha approvato le prese di posizione sulla PA22+ da inviare al Consiglio federale, sul Piano settoriale per le superfici per l’avvicendamento delle colture (SAC) e sull’abolizione dei dazi doganali sui prodotti industriali. Ha inoltre deciso di consigliare alla Commissione ambiente del Consiglio nazionale di non accettare le proposte di revisione della LPTII. Sono inoltre stati approvati sia il budget dell’USC del 2019 che una modifica del regolamento delle Commissioni tematiche.

Riunione del 24 aprile 2019

La Camera dell’agricoltura ha approvato i conti dell’USC e della comunicazione di base del 2018 e ha adottato la bozza del rapporto annuale 2018 da presentare all’Assemblea dei delegati. Ha deciso di sostenere con un SÌ la riforma fiscale e il finanziamento dell’AVS (RFFA), mentre non ha voluto dare raccomandazioni di voto in merito all’attuazione nel diritto svizzero della direttiva dell’UE sulle armi. Ha anche preso posizione sull’accordo quadro con l’UE. L’USC ha inoltre informato sull’Ordinanza contro l’inquinamento atmosferico e sui risultati del gruppo di lavoro sulla prevenzione degli infortuni.

Riunione del 20 settembre 2019

La Camera dell’agricoltura approva il programma di attività e le priorità dell’USC per il 2020 da sottoporre all’Assemblea dei delegati e ha ricevuto informazioni precise sull’iniziativa per prezzi equi e sull’accordo di libero scambio con gli stati del Mercosur. Per quanto riguarda le iniziative sui prodotti fitosanitari, la Camera dell’agricoltura ha deciso di approvare l’iniziativa parlamentare e di impegnarsi in misure specifiche definite nel «Green-Paper Agricoltura». Da ultimo ha deciso l’ammissione quali nuove organizzazioni membro i «Contoterzisti svizzeri» e «Agriturismo Svizzera».

Assemblea dei delegati del 21 novembre 2019

Al centro dell’87esima Assemblea dei delegati dell’Unione Svizzera dei Contadini c’erano le dimissioni del direttore Jacques Bourgeois. Il friburghese ha diretto l’USC dal 2002. Manterrà la sua carica di Consigliere nazionale e continuerà a difendere gli interessi delle nostre famiglie contadine in questa veste. Markus Ritter ha ringraziato Bourgeois per il suo lungo impegno e ha ripercorso i traguardi da lui raggiunti. Come suo successore è stato proposto Martin Rufer, attualmente alla direzione del dipartimento produzione, ecologia e mercati. I delegati hanno inoltre eletto Anne Challandes, la nuova presidente delle Donne contadine e rurali svizzere, alla carica di vicepresidente dell’USC. Prende così il posto di Christine Bühler.

Oltre a questo l’Assemblea dei delegati si è concentrata sugli altri temi fondamentali per l’agricoltura. Tra questi figurano soprattutto le due iniziative «Per acqua potabile pulita e cibo sano» e «Per una Svizzera senza pesticidi sintetici», sulle quali il voto degli elettori svizzeri è previsto per il mese di novembre 2020. L’USC ha mostrato la tabella di marcia e le misure con cui intende combattere le iniziative. Anche l’accordo di libero scambio con gli Stati del Mercosur preoccupa l’agricoltura. L’USC ha criticato la discrepanza che si registra tra le esigenze sempre più severe per la produzione agricola nazionale da una parte e, contemporaneamente, la propensione a importare da Paesi in cui vigono condizioni di produzione del tutto differenti. L’attenzione si è poi focalizzata sulla nuova politica agricola, che dovrebbe conciliare le esigenze di un’agricoltura sostenibile e allo stesso tempo orientata al mercato riuscendo a porre le basi legali per un ulteriore sviluppo. Da ultimo l’Assemblea ha approvato il rapporto annuale del 2018, il programma di attività 2020 e i contributi per le superfici del 2020.

Per l’undicesima volta l’USC, durante l’Assemblea dei delegati, ha assegnato il premio per i media sponsorizzato da Agrisano. Per la Svizzera tedesca il premio è andato a Marcel Huwyler e Remo Nägeli per il reportage nello Schweizer Illustrierte «Jan, der andere Bauer». Il premio per la Svizzera romanda è andato a Jean-Philippe Buches per il suo articolo «Une Suisse sans paysans?» sulla rivista «Bilan». Infine, il premio per la Svizzera italiana è stato condiviso da Sabina Zanini, Valentina Moccetti, Nadia Ticozzi e Joel Dalcol della RSI per la serie televisiva «Le mani nella terra, la testa nel futuro».

Elezioni complementari e suppletive per il periodo 2016-2020

All’unanimità i delegati hanno eletto i membri supplenti nella Camera dell’agricoltura. Nuovi rappresentanti sono: Beat Brunner (Unione Contadini AR), Ueli Kuhn (Unione Contadini zurighesi), Marc Brodbeck (Unione Contadini Basilea campagna e città), Rudolf Stucki (Associazione Svizzera Produttori di Pollame) Christian Glur (Swiss Beef), Anne Challandes (Unione svizzera delle donne contadine e rurali), Jeanette Zürcher-Egloff (Unione svizzera delle donne contadine e rurali) Stephan Hagenbuch (Produttori Svizzeri di Latte), Jakob Widmer (Federazione svizzera produttori di cereali) e Marcel Dettling (Federazione svizzera ingrassatori di vitelli).

Attività della conferenza dei direttori operativi (CDO) delle organizzazioni affiliate

Nell’agosto del 2019, i direttori operativi delle organizzazioni affiliate si sono riuniti per la conferenza annuale (CDO). I membri della CDO sono stati anche invitati come ospiti alle riunioni della Camera dell’agricoltura.

CDO del 28 / 29 agosto 2019, Einsiedeln, Svitto

Oltre all’occhio di riguardo per le elezioni federali del 2019 gli obiettivi chiave del primo giorno della conferenza sono stati la PA22+, la revisione della LPTII e lo stato della campagna di lotta alle due iniziative sui prodotti fitosanitari. A ciò hanno fatto seguito le informazioni sulla protezione delle acque e sulle liste dei punti di controllo, così come dei lavori di gruppo sui progetti di risorse e del littering. Tutto questo con lo scopo di approfondire ulteriormente i risultati e le idee sviluppate con le organizzazioni affiliate. Il primo giorno è stato completato da una visita alla centrale di lavorazione del latte di Einsiedeln. Il secondo giorno l'attenzione si è concentrata da una parte sulla biodiversità, con i partecipanti che hanno elaborato delle possibili misure nei workshop e, dall’altra parte, sulla presentazione di Peter Kopp dei risultati del gruppo di lavoro sulla prevenzione degli infortuni. La conferenza si è conclusa con la visita al monastero di Einsiedeln.